EOJ0azQmQAOvPEI8Vk5DOA

Guida alla autofattura elettronica per operazioni con l’estero 2024

Scarica l’ebook

Condividi su

Guida all’Autofattura Elettronica per Operazioni Estere nel 2024

L’autofattura elettronica è un adempimento fondamentale per le aziende italiane che effettuano operazioni con l’estero. In questo articolo, esploreremo in dettaglio come gestire correttamente l’autofattura elettronica nel 2024, fornendo una guida completa per evitare sanzioni e mantenere la compliance fiscale.

Cos’è l’Autofattura Elettronica?

L’autofattura elettronica è un documento fiscale che un soggetto passivo IVA residente in Italia deve emettere in determinate circostanze quando acquista beni o servizi da fornitori esteri. Questo documento serve a regolarizzare l’operazione ai fini IVA in Italia, applicando l’imposta dovuta sugli acquisti effettuati.

Quando è Necessaria l’Autofattura Elettronica?

L’autofattura elettronica è obbligatoria nei seguenti casi:

  1. Acquisti di servizi da fornitori UE: Quando un’azienda italiana acquista servizi da un fornitore stabilito in un altro Stato membro dell’Unione Europea, deve emettere un’autofattura elettronica per regolarizzare l’operazione ai fini IVA in Italia.
  2. Acquisti di beni o servizi da fornitori extra-UE: Se un’azienda italiana acquista beni o servizi da un fornitore stabilito al di fuori dell’Unione Europea, deve emettere un’autofattura elettronica per assolvere l’IVA in Italia, a meno che non si tratti di un’importazione di beni soggetta ad IVA all’importazione.
  3. Mancato ricevimento della fattura dal fornitore estero: Qualora un’azienda italiana non riceva la fattura dal fornitore estero entro quattro mesi dalla data di effettuazione dell’operazione, deve emettere un’autofattura elettronica per regolarizzare l’operazione ai fini IVA.

Termini di Emissione dell’Autofattura Elettronica

I termini per l’emissione dell’autofattura elettronica variano a seconda del tipo di operazione:

  • Acquisti di servizi da fornitori UE: L’autofattura elettronica deve essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello di ricezione del documento dal fornitore estero o, in mancanza, a quello di effettuazione dell’operazione.
  • Acquisti di beni o servizi da fornitori extra-UE: L’autofattura elettronica deve essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.
  • Mancato ricevimento della fattura dal fornitore estero: L’autofattura elettronica deve essere emessa entro quattro mesi dalla data di effettuazione dell’operazione.

Contenuto dell’Autofattura Elettronica

L’autofattura elettronica deve contenere le stesse informazioni obbligatorie previste per una normale fattura elettronica, tra cui:

  • Dati identificativi del cedente/prestatore estero
  • Dati identificativi del cessionario/committente italiano
  • Data di emissione del documento
  • Numero progressivo del documento
  • Descrizione dei beni o servizi acquistati
  • Importo imponibile
  • Aliquota IVA applicata
  • Ammontare dell’IVA
  • Natura dell’operazione (ad esempio, N3.1 per acquisti di servizi intra-UE)

Procedura di Emissione dell’Autofattura Elettronica

Per emettere un’autofattura elettronica, è necessario seguire questi passaggi:

  1. Creare il file XML: Utilizzando un software di fatturazione elettronica o l’applicativo gratuito dell’Agenzia delle Entrate, creare il file XML dell’autofattura elettronica rispettando le specifiche tecniche previste.
  2. Firmare il file (opzionale): È possibile apporre la firma elettronica qualificata al file XML dell’autofattura elettronica, sebbene non sia obbligatorio.
  3. Trasmettere il file al Sistema di Interscambio (SDI): Inviare il file XML dell’autofattura elettronica al Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate utilizzando i canali telematici previsti.
  4. Conservare il file XML: Conservare il file XML dell’autofattura elettronica secondo le modalità previste per la conservazione sostitutiva dei documenti informatici.

Sanzioni per Omessa o Tardiva Emissione dell’Autofattura Elettronica

L’omessa o tardiva emissione dell’autofattura elettronica comporta l’applicazione di sanzioni amministrative, che variano a seconda del ritardo nell’adempimento:

  • Omessa emissione: Sanzione dal 90% al 180% dell’imposta non documentata, con un minimo di 500 euro.
  • Ritardo fino a 90 giorni: Sanzione dal 90% al 180% dell’imposta, con un minimo di 250 euro.
  • Ritardo oltre 90 giorni: Sanzione dal 180% al 360% dell’imposta, con un minimo di 1.000 euro.

È importante rispettare scrupolosamente gli obblighi di emissione dell’autofattura elettronica per evitare queste sanzioni e mantenere la compliance fiscale.

Come Creare un’Autofattura Elettronica Utilizzando Fatture in Cloud

logo fic blu
logo fic blu

Creare un’autofattura elettronica utilizzando Fatture in Cloud è un processo semplice e intuitivo, che può essere completato in pochi passaggi. Ecco una guida dettagliata per aiutarti a navigare attraverso il processo.

Passaggi per Creare un’Autofattura Elettronica

  1. Accedi al Tuo Account: Prima di tutto, accedi al tuo account su Fatture in Cloud. Se non hai ancora un account, puoi registrarti gratuitamente sul sito ufficiale.
  2. Attiva la Fatturazione Elettronica: Assicurati di aver attivato la funzione di fatturazione elettronica. Vai alla sezione Impostazioni e seleziona Fatturazione elettronica. Clicca sul tasto Attiva gratuitamente per abilitare questa funzione.
  3. Crea una Nuova Fattura: Una volta attivata la fatturazione elettronica, vai alla sezione Fatture e doc del menu laterale e clicca su Nuova fattura. Nella pagina di creazione del documento, seleziona la casella Elettronica per indicare che stai creando una fattura elettronica.
  4. Seleziona il Tipo di Documento: Scegli il tipo di documento corretto per l’autofattura. Fatture in Cloud offre diverse opzioni come TD17, TD18 e TD19, che corrispondono a diverse tipologie di autofatture. Consulta il tuo fiscalista per determinare quale tipo di documento è appropriato per la tua situazione specifica.
  5. Inserisci i Dati del Fornitore: Cerca o inserisci manualmente i dati del fornitore estero. Puoi ricercare un fornitore digitando parte del nome, oppure aggiungere un nuovo fornitore se non è già presente nella tua anagrafica. Assicurati di inserire correttamente tutti i dati richiesti, inclusi il regime fiscale e il codice destinatario.
  6. Compila i Dettagli della Fattura: Inserisci tutti i dettagli necessari per la fattura, come la descrizione dei beni o servizi acquistati, l’importo imponibile, l’aliquota IVA applicata e l’ammontare dell’IVA. Controlla attentamente di aver scelto il corretto codice IVA per la tipologia di documento che stai inviando.
  7. Aggiungi Dati Aggiuntivi: Se necessario, aggiungi ulteriori informazioni come la cassa previdenziale, le ritenute, eventuali allegati o documenti correlati, e i dati di pagamento. Questi campi sono simili a quelli delle altre tipologie di documenti fiscali.
  8. Firma e Invia la Fattura: Anche se non obbligatorio, puoi apporre una firma elettronica qualificata al file XML dell’autofattura. Una volta completata la compilazione, invia il file XML al Sistema di Interscambio (SDI) dell’Agenzia delle Entrate utilizzando i canali telematici previsti. Puoi anche inviare una copia PDF al tuo fornitore per cortesia.
  9. Conservazione del Documento: Dopo l’invio, è importante conservare il file XML dell’autofattura secondo le modalità previste per la conservazione sostitutiva dei documenti informatici. Questo garantisce la compliance con le normative fiscali italiane.

Seguendo questi passaggi, puoi creare e gestire facilmente le tue autofatture elettroniche utilizzando Fatture in Cloud, assicurandoti di rispettare tutte le normative fiscali e di evitare sanzioni.

Come Creare un’Autofattura Elettronica Utilizzando Aruba

Logo arubait 720

Creare un’autofattura elettronica utilizzando il servizio di fatturazione elettronica di Aruba è un processo strutturato che richiede attenzione ai dettagli per garantire la conformità con le normative fiscali italiane. Ecco una guida passo-passo per aiutarti a emettere correttamente un’autofattura elettronica con Aruba.

Passaggi per Creare un’Autofattura Elettronica

  1. Accedi al Tuo Account Aruba: Prima di tutto, accedi al tuo account sul portale di fatturazione elettronica di Aruba. Se non hai ancora un account, puoi registrarti sul sito ufficiale di Aruba.
  2. Naviga alla Sezione Fatturazione Elettronica: Una volta effettuato l’accesso, vai alla sezione dedicata alla fatturazione elettronica. Qui troverai tutte le opzioni per creare, inviare e gestire le tue fatture elettroniche.
  3. Crea una Nuova Fattura: Clicca su Crea Fattura. Questo ti porterà alla schermata di creazione della fattura dove potrai selezionare il tipo di documento che desideri emettere.
  4. Seleziona il Tipo di Documento: Per l’autofattura, dovrai selezionare il tipo di documento appropriato. Aruba supporta vari tipi di autofatture, come TD17 (integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero), TD18 (integrazione/autofattura per acquisto beni intracomunitari), e TD19 (integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art.17 c.2 DPR 633/72). Consulta il tuo fiscalista per determinare quale tipo di documento è appropriato per la tua situazione specifica.
  5. Inserisci i Dati del Fornitore: Cerca o inserisci manualmente i dati del fornitore estero. Puoi ricercare un fornitore digitando parte del nome, oppure aggiungere un nuovo fornitore se non è già presente nella tua anagrafica. Assicurati di inserire correttamente tutti i dati richiesti, inclusi il regime fiscale e il codice destinatario.
  6. Compila i Dettagli della Fattura: Inserisci tutti i dettagli necessari per la fattura, come la descrizione dei beni o servizi acquistati, l’importo imponibile, l’aliquota IVA applicata e l’ammontare dell’IVA. Controlla attentamente di aver scelto il corretto codice IVA per la tipologia di documento che stai inviando.
  7. Aggiungi Dati Aggiuntivi: Se necessario, aggiungi ulteriori informazioni come la cassa previdenziale, le ritenute, eventuali allegati o documenti correlati, e i dati di pagamento. Questi campi sono simili a quelli delle altre tipologie di documenti fiscali.
  8. Firma e Invia la Fattura: Anche se non obbligatorio, puoi apporre una firma elettronica qualificata al file XML dell’autofattura. Una volta completata la compilazione, invia il file XML al Sistema di Interscambio (SDI) dell’Agenzia delle Entrate utilizzando i canali telematici previsti. Puoi anche inviare una copia PDF al tuo fornitore per cortesia.
  9. Conservazione del Documento: Dopo l’invio, è importante conservare il file XML dell’autofattura secondo le modalità previste per la conservazione sostitutiva dei documenti informatici. Questo garantisce la compliance con le normative fiscali italiane.

Dettagli Specifici per l’Utilizzo di Aruba

  • Codici Tipo Documento: Utilizza i codici tipo documento corretti (ad esempio, TD17, TD18, TD19) per specificare il tipo di autofattura che stai emettendo. Questi codici sono cruciali per la corretta classificazione e gestione fiscale del documento.
  • Sezionale Separato: In alcuni casi, come per le autofatture di regolarizzazione (TD20), è necessario utilizzare un sezionale separato per garantire l’unicità e la corretta numerazione del documento.
  • Registrazione nei Registri IVA: Assicurati di registrare correttamente l’autofattura nei registri IVA delle fatture emesse e degli acquisti, a seconda del tipo di operazione. Questo è essenziale per mantenere la compliance fiscale e per la corretta dichiarazione dell’IVA.

Seguendo questi passaggi, puoi creare e gestire facilmente le tue autofatture elettroniche utilizzando il servizio di fatturazione elettronica di Aruba, assicurandoti di rispettare tutte le normative fiscali e di evitare sanzioni.

Automatizzare il Processo di Creazione delle Autofatture Elettroniche

L’autofattura elettronica è diventata un obbligo per molte imprese e professionisti, comportando spesso una notevole perdita di tempo, soprattutto per le aziende che gestiscono numerosi fornitori esteri o utilizzano software SAS. Automatizzare questo processo può ridurre significativamente il carico di lavoro e gli errori umani, rendendo la gestione fiscale più efficiente e precisa. Grazie alle nuove tecnologie come l’intelligenza artificiale e i sistemi di automazione no-code, è possibile creare flussi personalizzati che velocizzano la generazione delle autofatture elettroniche.

Contattaci oggi stesso per scoprire come possiamo aiutarti a sviluppare una soluzione su misura per automatizzare il processo di creazione delle autofatture elettroniche nella tua azienda o studio. Semplifica le tue operazioni e risparmia tempo prezioso con le nostre soluzioni innovative.

Opera senza titolo 8 1

Fai partire la tua attività

Trova il tuo commercialista in 48 ore, chiedi una prima consulenza gratuita e dai inizio al tuo business.

cropped cropped Frame
kollins logo white

Nullam quis risus eget urna mollis ornare vel eu leo. Aenean lacinia bibendum nulla sed 

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue
cropped Frame 1

Sei un commercialista?

Entra a far parte del primo portale italiano dedicato alle SRL e fai rete con i tuoi colleghi.

* = Campo obbligatorio

cropped Frame 1

Richiedi consulenza

Prima consulenza gratuita - Risposta garantita in 48 ore

* = Campo obbligatorio